VILLA NECCHI CAMPIGLIO – gioiello di stile

Sharing is caring!

Indirizzo: via Mozart, n. 12-14, Milano

Tipologia edilizia: villa

Epoca di costruzione: 1932-1935

Autore: Piero Portaluppi

Notizie storiche: Collocata nel cuore della città, villa Necchi Campiglio fu realizzata per il nucleo famigliare composto dall’industriale Angelo Campiglio, dalla moglie Gigina Necchi e dalla cognata Nedda. Costruita su progetto di Piero Portaluppi e successivamente modificata negli interni, nel secondo dopoguerra, da Tomaso Buzzi, fonde suggestioni del razionalismo e del Novecento milanese ad elementi di gusto decò. Circondata da un ampio giardino e corredata da portineria, serra, piscina riscaldata e campo da tennis, la villa è costituita da un volume compatto con un piano di rappresentanza e un piano dedicato alle camere padronali, raggiungibili attraverso un monumentale scalone.

Attualmente è di proprietà del Fondo per l’Ambiente Italiano (FAI) che, al termine di un accurato restauro, l’ha aperta al pubblico nel circuito delle Case Museo di Milano. La villa è inoltre arricchita da due importanti donazioni: la Raccolta Claudia Gian Ferrari, di opere d’arte del primo Novecento e la Collezione Alighiero ed Emilietta de’ Micheli, di arti decorative e dipinti del XVIII secolo.

 Curiosità: I Necchi Campiglio erano esponenti dell’alta borghesia industriale lombarda colta, impegnati nel settore delle ghise smaltate e nelle macchine da cucire. Il loro tenore di vita è testimoniato proprio da questa villa, progettata e costruita senza limiti di budget, lasciando libertà di scelta all’architetto circa le soluzioni tecniche e stilistiche.

Informazioni generali: L’edificio è visitabile solo attraverso visite guidate ed è aperto da mercoledì a domenica, dalle 10.00 alle 18.00.

 

Villa Necchi Campiglio, vista laterale
Villa Necchi Campiglio, vista frontale dell’ingresso
Villa Necchi Campiglio, foto con piscina

 

Lascia un commento